Come riconoscere le fake news
Come riconoscere le fake news
30 giugno 2017
testo o immagini
Testo o immagini: cosa scegliere per una comunicazione efficace?
2 agosto 2017

Ti vergogni di chiedere? Scopri perché

Ti vergogni di chiedere

 

Purtroppo passando dall’infanzia all’età adulta perdiamo la capacità di fare domande. I bambini tra i due e i quattro anni pare sommergano gli adulti (soprattutto le madri) con circa 300 domande al giorno. E dopo?
Dopo pensiamo di aver acquisito capacità telepatiche, le attribuiamo anche al nostro interlocutore a cui affidiamo l’arduo compito di indovinare domande, subodorare necessità, interpretare e rischiarare nebbiosi e non ancora manifesti dubbi.
Quella di chiedere è un’arte, perché mette in luce le nostre debolezze e la necessità di affidarci all’altro. È in questo passaggio fondamentale che una brava agenzia si può insinuare, ovvero nella frazione di tempo tra un silenzio e uno sguardo fugace, tra un sospiro e un cenno del capo. Questo è il momento in cui si gioca il tutto per tutto, è l’occasione per rafforzare il rapporto che si salda nel manifestarsi di una risposta. Eccola allora apparire, cosa? La fiducia, generata non solo dalla presentazione di un soddisfacente lavoro (materialmente realizzato), ma a livello più sottile, da una carezza in forma di consiglio, sostegno, aiuto, soluzione, visione di nuove opportunità…
Chiedere e saper rispondere sono le due facce di una stessa medaglia.