m'ama o non m'ama
M’ama o non m’ama?
11 novembre 2016
Edizione Miglior Cliente dell’anno
II Edizione Miglior Cliente dell’anno
3 marzo 2017

Wind is blowing

wind is blowing

Da oggi nulla sarà più lo stesso! Athena Concept quest’anno compie venticinque anni, momento importante per un’agenzia di marketing e comunicazione.
Il gruppo di creativi è cresciuto, la capacità di ascolto delle esigenze dei clienti si è espansa e ora non resta altro che presentare il processo di rebranding messo in atto.
La nostra esigenza era quella di sintetizzare i venticinque anni di esperienza, la professionalità e le competenze di ciascuno di noi e mantenere allo stesso tempo un equilibrio formale senza però castrare l’estro creativo che da sempre ci distingue. Questa volta i clienti eravamo noi stessi, un posto scomodo e un compito arduo: medico e paziente la stessa persona!

Vista la richiesta, logo, nome e pay off hanno subito un processo di pulizia, un ampliamento concettuale e resi autorevole il tono e intima la relazione, come? Cosa abbiamo fatto oltre passare intere giornate in riunioni?
Logo. Quello precedente era composto da tre simboli archetipici che indicano il concetto di tribù, ma solo uno è stato usato costantemente nel corso degli anni e quindi si è deciso di mantenere solo quello perché maggiormente rappresentativo. La sua estetica è stata resa compatta e rotonda e ora sta a indicare lo sguardo attento e vigile sul mondo, sul cliente e sulle sue necessità, manifeste o latenti.

Pay off. Qualsiasi cosa è comunicazione, è vero, però il pay off “marketing e comunicazione” non ci rispecchiava più. Nel nuovo pay off il concetto di comunicazione, da un lato, si espande e dall’altro indica una relazione, un crescere insieme, un prendersi cura del cliente, e quindi la capacità di vedere, proporre e realizzare concept su misura, studiati ad hoc sull’oggetto della richiesta. Ogni prodotto è il risultato di un lavoro di gruppo in cui, ognuno secondo le proprie competenze, partecipa attivamente alla sua realizzazione.
E l’anima? Le dicotomie che caratterizzano ognuno di noi? Dove sono? Eccole, sintetizzate nel lettering utilizzato per il nome, un sans serif, tutto maiuscolo, forte, autorevole, presente, deciso; in netta contrapposizione con quello scelto per il pay off sans serif rounded tutto minuscolo perché morbido, intimo, confidenziale, un bisbiglio. Lo stile minimalista che ci caratterizzerà d’ora in poi coinvolge anche la scelta del colore, il logo è monocromatico, nero nella versione istituzionale, colore a tinta piatta per altre declinazioni.

Nel 2017 vedere una parte del cambiamento descritto, altre cose saranno rese palesi solo l’anno prossimo. Non possiamo svelarvi tutti i nostri segreti!
Intanto cominciate a godervi lo spettacolo.